top of page
eb747208-9faa-44e4-9cf3-d24fd3eec31a.jpg

BOGOlove

Iniziamo con il dire che cosa non è BOGOlove:

- non è un corso di cucito

- non è nemmeno un corso

-  e’ una vera e propria esperienza!

Abbiamo trovato il giusto mix tra teoria e pratica e lo abbiamo declinato secondo un nostro personalissimo metodo.

Come abbiamo fatto?

Ci siamo spogliati sin da subito dell’idea di perseguire un percorso classico di lezioni frontali.

Al contrario, abbiamo preferito dare voce ai nostri interlocutori, attingendo alle loro capacità e dando loro abilità che potessero poi spendere in futuro.

Abbiamo dato, ma soprattutto abbiamo ricevuto.

Chi sono stati i nostri interlocutori?

Abbiamo incontrato persone che non erano soddisfatte del loro lavoro, come talvolta capita, e che hanno trovato nel nostro lab una valvola di sfogo, un momento di svago.

Abbiamo poi accolto amanti dell’Africa e dei tessuti africani che mai prima di allora avevano sentito parlare di bogolan.

Infine abbiamo notato veri e propri amanti dell’arte che all’interno del workshop si sono sentiti nel loro habitat, come se parlassimo una sorta di lingua comune.

A proposito di linguaggio, le parole che abbiamo scelto per descrivere BOGOlove sono: ARTE, CURIOSITà, INTRECCI, ASCOLTO, TRAMA, FUSIONE, SAPERE.

Sono tutte parole molto belle e forti, potenti ed evocative.

Ci sono anche altri vocaboli, altrettanto belli, quelli delle vostre recensioni.

Tutti siete d’accordo nel definire BOGOlove un percorso unico ed inimitabile.

E se lo dite voi, noi ci crediamo!

Pavia, luglio 2022

Como, marzo 2023

bottom of page