top of page

Create Your First Project

Start adding your projects to your portfolio. Click on "Manage Projects" to get started

Il Bogolan ieri e oggi

In Mali passato e presente si fondono.
Nel loro coeso amalgama creano un affascinante tutt’uno dal quale poter attingere liberamente.

Ciò che di più ancestrale e legato alle proprie radici e alla propria terra (in tutti i sensi) possa esistere, oggi trova ampio spazio all’interno di un mondo digitalizzato, tecnologico e sempre al passo con i tempi.

Che ultimamente sembra aver rallentato, seppur di poco, la sua corsa.

Probabilmente per l’avvicendarsi degli ultimi eventi, da un lato a livello globale la pandemia, dall’altro a livello del Continente l’aggravarsi dei conflitti geopolitici nella regione del Sahel (zona il cui protagonista in scena e’ sicuramente il Mali) sentiamo l’innata necessità di riscoprire valori forti.
Di ritrovarci uniti come cittadini, come donne e uomini.
Come umani.

Il bogolan ben si presta ad aiutarci in questo senso.

La versatilità dei suoi toni, delle sue sfumature e dei suoi motivi geometrici si sposa perfettamente con la nostra vita di tutti i giorni.
È certamente possibile, indossandolo, non rinunciare a quel tocco di originalità ed esoticismo tipico delle stoffe africane.
Al contempo mantenendo una sobria eleganza di fondo.
In tutto ciò il bogolan non perde mai la sua inconfondibile identità e anzi trova sempre la giusta forma di espressione.
Per questo motivo e’ universalmente riconosciuto e riconoscibile.

A Segou e dintorni l’ampia gamma di stilizzazioni che costituiscono la ‘mappa’ dei disegni su tessuto si rifà ai significati ed alle immagini relative all’arte, alla religione e alle usanze dell’etnia Bambara.

Oggi il bogolan è fiera bandiera del Mali su scala mondiale.
L’esportazione delle sue stoffe e dei suoi modelli (insieme ai suoi colori, alla sua tecnica di realizzazione e al suo messaggio valoriale) conferisce alla moda occidentale un flair decisamente fuori dal comune.
Sia in passerella che nella vita quotidiana.

E se qualcuno lo potrebbe definire un tocco ‘etnico’, è semplicemente un che di unico.
Appunto ci riporta al passato e alle sue semplici ed umili tradizioni conferendo loro uno status di autorevolezza con un occhio di riguardo a ciò che verrà, all’evoluzione del design africano e alle sue inevitabili e trasversali contaminazioni future.

Il bogolan è ieri, ma è anche oggi.
La sua firma è inconfondibile.
La sua fama lo precede.

bottom of page